Prima importante tappa della spedizione: Mestia

Dopo un lungo e difficile viaggio, si entra nel vivo del lavoro con le indagini scientifiche sul Ghiacciaio “Chaalaat”.

Il team è finalmente giunto, ieri 30 luglio, al campo base di Mestia, piccolo villaggio nella regione della Svanezia, in Caucaso. Sono stati necessari quattro  voli del piccolo aereo di linea Tbilisi-Mestia per trasportare l’imponente attrezzatura necessaria alla spedizione. Per essere riusciti a fare tutto ciò, un ringraziamento particolare, da parte di tutto il team, va all’Ambasciata Italiana in Georgia ed  al Governo Georgiano per l’indispensabile aiuto profuso nei trasporti.

Dopo le necessarie fasi organizzative inerenti la contrattazione e lo studio dei dettagli svolte con le guide locali, gli autisti delle jeep ed i portatori della pesante attrezzatura, finalmente, il team ha realizzato, in questi giorni, un primo sopralluogo ed un’indagine scientifica alla fronte del Ghiacciaio “Chalaat”. Questo ghiacciaio, con la sua fronte, raggiunge la quota più bassa dell’intera Georgia (1860 ms.l.m.) e negli ultimi anni ha subito un fortissimo regresso frontale.

L’incontro con alcuni ricercatori dell’ “Istituto di Geografia” di Tbilisi si è rivelato essere una piacevolissima sorpresa per il team che, così, ha messo le basi per una proficua collaborazione durante i lavori. Nonostante le difficoltà logistiche, dovute all’assenza quasi completa di strade e sentieri e all’enorme portata dei torrenti (spesso impossibili da attraversare), nei prossimi giorni, il team inizierà le prime riprese fotografiche comparative e le riprese del documentario.

2 commenti su “Prima importante tappa della spedizione: Mestia

  1. Congratulazioni per aver raggiunto una meta cosi importante dopo tanto meritato lavoro…… in bocca al lupo e buon divertimento!!!!!! Non vedo l’ora di vedere le prime foto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi