L’Archivio Corti: una full immersion nelle Alpi valtellinesi

E’ stato uno dei più importanti esponenti dell’alpinismo valtellinese nonché un fotografo di rara sensibilità e cultura.  Parlo di Alfredo Corti, vissuto tra il 1880 e il 1973, a cui la sezione valtellinese del Cai di Sondrio ha dedicato un archivio di circa 2000 fotografie e nel quale ho avuto il piacere e l’onore di svolgere la parte della ricerca iconografica relativa alle Alpi valtellinesi.

L’archivio è stata davvero una sorpresa: le oltre 2000 fotografie conservate, donate al Cai dai figli del fotografo, Nello, Lucia e Rosetta Corti, abbracciano un periodo che va dai primi del ‘900 alla metà dello stesso secolo, oltre 50 anni di montagne e storia valtellinesi, e includono eccezionali immagini stereoscopiche.

Alfredo Corti non è stato solo un bravissimo fotografo ma un grande alpinista, un esploratore, uno scienziato, un insegnante, un appassionato della natura in tutte le sue espressioni. E ha trasferito tutte queste conoscenze ai suoi scatti che presentano una grande varietà di soggetti e un occhio attento al cambiamento del territorio. Inoltre, essendo un insegnante e un professore universitario mirava a trasferire le sue conoscenze alle giovani generazioni.  Obiettivo in cui mi ritrovo totalmente. Per tutti questi motivi e per la grande affinità che sento con questo personaggio, ripercorrere la sua storia e visitare l’Archivio Corti è stata davvero una grande emozione.

Il progetto del Cai di Sondrio prevede l’inventariazione e la digitalizzazione, nonché interventi di conservazione dei supporti originali e la creazione di strumenti ed eventi per la conoscenza e la fruizione dell’archivio.

Le foto di Alfredo Corti sono molto preziose per il mio progetto. Infatti, rappresentando un ritratto molto accurato e fedele del territorio valtellinese nei primi anni del ‘900, sono un importante elemento di confronto con la situazione attuale dello stesso territorio ed evidenziano in modo impressionante il ritiro dei ghiacciai a causa del cambiamento climatico.

In questo breve video il regista Federico Santini ha ricostruito i momenti più importanti della mia visita all’Archivio Corti e del mio incontro con i protagonisti dell’archivio: il presidente del Cai di Sondrio, Paolo Camanni e la direttrice dell’archivio del Cai di Sondrio, Lucia Foppoli.

 

Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi