L’archivio fotografico della Biblioteca Luigi Gabba del Cai di Milano

Questa tappa milanese della mia ricerca è stata ricca, oltre che di materiale iconografico, anche di belle soprese e di incontri umani di grande spessore.

Nella biblioteca Luigi Gabba del Cai di Milano ho trovato infatti una grande varietà di autori, un interessantissimo archivio fotografico sull’arco alpino e un gruppo di volontari che si sta dedicando con dedizione a sistemare questo patrimonio. 

40.000 lastre, di cui 5000 già digitalizzate, 2800 esemplari di carte topografiche, circa 10.000 volumi. Sono i numeri che danno l’idea delle dimensioni di questo archivio che il gruppo di volontari coordinati da Fabio Giuggioli e Marco Polo sta censendo e digitalizzando,  in collaborazione con l’editore “Versante Sud”, per poi metterle a disposizione dei cittadini.

Si tratta di un lavoro importantissimo e che andrebbe fatto in tempi brevi perché molte di quelle lastre hanno più di 120 anni e il loro supporto si sta via via deteriorando. 

E’ un vero peccato che non vengano stanziati dei fondi ad hoc per la catalogazione e il restauro. In fondo si tratta della nostra memoria storica che andrebbe salvaguardata e fatta conoscere a tutti i cittadini.

L’obiettivo del progetto “Sulle tracce dei ghiacciai” è anche questo, restaurare, post-produrre e diffondere le splendide immagini storiche selezionate nei vari archivi, valorizzando non solo il patrimonio iconografico ma anche gli ecosistemi montani da esso rappresentato.

 

Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi