Prima panoramica a Concordia

Oggi sveglia alle prime luci dell’alba; non fa molto freddo, solo pochi gradi sotto lo zero, e la giornata si preannuncia splendida, nessuna nuvola all’orizzonte; dopo una rapida colazione sistemiamo la nostra attrezzatura e ci incamminiamo con la nostra guida Hassan e i tre portatori d’alta quota verso il Mitre Peak, dal quale tenteremo di replicare una delle tre panoramiche storiche scattate dai primi fotografi italiani.

L’ottenimento di queste tre panoramiche dai tre costoni che delimitano il circo Concordia, è una delle priorità di questa prima spedizione del progetto “Sulle Tracce dei Ghiacciai.

Grazie al punto di vista particolarmente favorevole e all’alta qualità sia delle immagini storiche che di quelle che realizzeremo, in entrambi i casi su pellicola e su grande formato, sarà possibile analizzare con grande dettaglio e precisione i cambiamenti dei ghiacciai intercorsi negli ultimi 100 anni. Durante la preparazione della spedizione, abbiamo studiato approfonditamente tutte le immagini storiche per determinare quali obbiettivi e quali lastre fotografica sono state utilizzate, allo scopo di calcolare il rapporto di ingrandimento e poterlo riprodurre nelle nuove immagini. Tutto questo nella speranza di poter utilizzare le immagini non solo a livello qualitativo, come si è fatto fino ad ora, ma anche a livello quantitativo per effettuare misure precise.

Raggiungiamo la base della montagna senza seguire alcuna traccia, superando diversi crepacci, e ci rendiamo subito conto che l’attrezzatura da ghiaccio che abbiamo portato con noi è del tutto inutile: il pendio che da lontano ci sembrava in parte ghiacciato si è rivelato soltanto una ripida placca di roccia ricoperta da uno strato di fini detriti sassosi. Decidiamo così di lasciare alla base l’attrezzatura alpinistica per alleggerirci, e iniziamo la salita. Confrontando la vecchia fotografia con il paesaggio circostante raggiungiamo in poco tempo un piccolo plateau da dove possiamo ammirare una fantastica visione d’insieme del circo di Concordia; da qui, con la sicurezza di aver raggiunto il punto fotografico che cercavamo, prepariamo la nostra attrezzatura e iniziamo le lunghe procedure per le riprese fotografiche.

Gallery

Un commento su “Prima panoramica a Concordia

  1. Ciao Fabiano,
    mi tengo sempre aggiornato su questa tua fantastica missione al fresco di un climatizzatore, immagino che voi li di “freschetto” ne avete gia abbastanza. So che a giorni si torna nella “tiepida – 38°” Roma. Ci sentiamo al tuo ritorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi