Successo per la terza spedizione “Sulle Tracce dei Ghiacciai – Alaska 2013”

Avviata lo scorso 22 luglio, in Alaska, si è conclusa la terza missione fotografico-scientifica del progetto “Sulle Tracce dei Ghiacciai”.

Ancora una volta il progetto porta a casa un altro successo. Grazie anche a condizioni meteorologiche straordinarie (4 settimane di bel tempo, un’evento che non si ripeteva da 26 anni) si è conclusa, infatti, lo scorso 27 agosto, con un ricco ‘bottino’ la spedizione in Alaska: 28 confronti fotografici, 6 panoramiche, georeferenziazione di tutte le immagini, un documentario in lavorazione e un trailer già pronto, partnership e collaborazioni prestigiose e, soprattutto, significativi risultati scientifici: la documentazione sull’incredibile ritiro dei ghiacciai. Come mostrano infatti gli scatti di Fabiano Ventura, leader del progetto, le fronti dei due ghiacciai più importanti, il Johns Hopkins e il Gran Pacific glacier, sono arretrate di oltre 15 km mentre il Read è arretrato di circa 3,5 km in poco più di 100 anni.

Secondo il Prof. Motyka e i suoi colleghi l’impressionante disgregazione della calotta di Glacier Bay dalla Piccola Età Glaciale ad oggi ha comportato una perdita di volume di 3450 km3 che equivalgono ad un innalzamento degli oceani dell’intero pianeta di 1 cm.

Di grande importanza sono dunque tutti gli studi volti a capire la causa di questo enorme ritiro.
“Le recenti scoperte scientifiche – continua Scotti – aiutano a capire com’è stato possibile un ritiro tanto rapido e violento, anche per questo la storia di Glacier Bay può insegnare molto su quello che potrebbe accadere in aree glacializzate enormemente più grandi come Groenlandia e Antartide”.

Il team di ricerca, coordinato da Claudio Smiraglia, esperto glaciologo dell’università Statale di Milano, ha messo insieme i ricercatori più esperti nel campo della glaciologia, provenienti da tutto il mondo: Riccardo Scotti, (Università di Milano Bicocca);  Roman Mokitya (University Alaska Fairbanks); Jamie N. Womble, (Ph.D. Wildlife Biologist National Park Service); Bruce F. Molnia, (Ph.D. U.S. Geological Survey);  Alessio Gusmeroli – (University Alaska Fairbanks); Eyal Saiet – (University Alaska Fairbanks).

Condividi