Alpi 2020

La spedizione che conclude il progetto avrà luogo sulle Alpi italiane, francesi e svizzere nell’estate del 2020. Si svilupperà lungo un ampio itinerario con l’obiettivo di raccogliere una ricca documentazione sulla condizione dei ghiacciai alpini e di organizzare eventi nei luoghi più significativi per sensibilizzare il pubblico al tema dei cambiamenti climatici.  La spedizione del 2020 sarà preceduta, nell’estate del 2019, da una pre-spedizione che si svolgerà principalmente al Monte Bianco, Monte Rosa e Bernina. La scelta di questi gruppi montuosi e dei rispettivi ghiacciai è arrivata a seguito del lavoro di ricerca iconografica che Fabiano Ventura ha svolto nei mesi scorsi negli archivi fotografici della Fondazione Sella a Biella e del Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi”, della Galleria d’Arte Moderna e del Comitato Glaciologico Italiano, a Torino.

Tutti e quattro gli archivi custodiscono infatti foto storiche relative ai gruppi montuosi più importanti delle Alpi occidentali.

Per tutti gli spostamenti il team si avvarrà esclusivamente di mezzi con allestimenti Eco Power 100%.

Durante la spedizione “Alpi 2020” saranno coinvolti sul campo diversi ricercatori dei vari istituti di ricerca e università che già collaborano al progetto: Claudio Smiraglia, glaciologo, coordinatore scientifico dell’intero progetto, Guglielmina Diolaiuti e Riccardo Scotti, geologi, per la regione Lombardia, Giovanni Kappenberger, glaciologo, per la Svizzera e Luca Mercalli, meteorologo,  per le Alpi Occidentali.

Diario della spedizione
Condividi